Igiene della bocca in gravidanza

 

 

Ho scoperto il blog di Tatiana per caso ed è stato da subito una piacevole scoperta. Argomenti che trattano consigli dedicati a grandi e piccini per ottenere un sorriso sano e luminoso. Ho voluto ospitare Tatiana sul blog per dare anche a voi la possibilità di conoscerla e condividere i suoi preziosi consigli sull’igiene dentale e non solo.

Tea. Ciao Tatiana ti seguo già da diverso tempo e trovo i tuoi argomenti molto interessanti e molto spesso trovo un sacco di spunti e ottimi consigli.Parlaci brevemente di te e del tuo lavoro che come vedo svolgi con molta professionalità e passione.

Tatiana.Ciao Teodora! Grazie per questa piacevole ( e utile ) occasione di condivisione!

Io sono una igienista dentale. Mi sono laureata in igiene dentale nel lontano 2004 e da allora combatto contro il tartaro del mondo e da qualche anno on line mi diverto a fare un po’ di divulgazione scientifica su un tema che mi sta tanto a cuore: la salute del sorriso di grandi e piccini
Ho un blog www.mysmileroutine.com e una pagina Instagram !

Tea. In questo momento sono in attesa del mio secondo bambino e mi piacerebbe approfondire con te l’argomento sull’igiene del cavo orale durante i nove mesi di gravidanza.Quali sono le regole fondamentali da rispettare in questo periodo così importante per una donna?

Tatiana. Uno dei tanti falsi miti che circolano sull’odontoiatria è che non è possibile recarsi dal dentista durante la gravidanza. Niente di più falso.  La gravidanza è un periodo di grande cambiamento per la donna e questo avviene a livello di tutto l’organismo e ovviamente anche nel cavo orale.

Primo fra tutti è il frequentissimo aumento dell’acidità della saliva che può portare a ipersensibilità e le nausee possono causare difficoltà nel lavarsi i denti con conseguente aumento del rischio di sviluppare carie e gengiviti. A tutte le future mamme all’ascolto: la salute della vostra bocca è fondamentale in questa fase. Rivolgetevi ad un igienista dentale per sottoporvi a controlli periodici durante la gestazione per evitare di ritrovarsi con infiammazioni e problematiche che potrebbero favorire nascite pretermine e sottopeso, oltre che condizioni di pre-eclampsia della donna. ( Vi ho sconvolto? è la verità! e se ne parla troppo poco! )
Teodora, l’unica regola fondamentale che voglio segnalarti è quindi questa: non sottovalutare i sintomi quali sanguinamento, gonfiore gengivale, alitosi e aumentata acidità della bocca durante tutta la gravidanza.

 Tea. Per quali motivo durante la gravidanza e soprattutto durante l’allattamento sussiste un netto incremento delle problematiche odontostomatologiche?

Tatiana. Come ti ho accennato prima le modificazioni ormonali della gestazione provocano cambiamenti generalizzati. Queste condizioni modificate, come per esempio l’aumentata acidità unite alla falsa credenza che dal dentista o dall’igienista dentale non ci si possa andare creano la situazione ideale per la formazione di nuove carie e gengiviti/parodontiti. Mi capita spesso di visitare mamme che mi raccontano di come dopo la gravidanza si siano trovate a dover curare tanti denti come mai nella loro intera vita. Così come altre mi raccontano di come le loro gengive si siano ritirate in seguito ad una o più gravidanze.

Per quanto riguarda l’allattamento il discorso può essere interpretato in maniera differente: fermo restando che i cambiamenti sono avvenuti e sono ancora in atto durante l’allattamento ( e che presumibilmente andare dal dentista non è stato preso in considerazione ) la donna pensa relativamente a se stessa e quindi abbassa il livello di attenzione favorendo nuovamente le condizioni per lo sviluppo di problematiche dento-gengivali. Intanto il tempo passa e magari la seduta di richiamo per l’igiene orale viene rimandata dalla gravidanza al post parto, dal post parto al post allattamento… ed ecco qui che arrivano i problemi.

Tea. Quali sono i consigli pratici da seguire?

Tatiana.

  1. abbiamo detto non sottovalutare i sintomi
  2. recarsi dal proprio igienista dentale già dal terzo mese di gravidanza per programmare insieme un percorso personalizzato che protegga denti e gengive della mamma e salute del feto
  3. utilizzare un dentifricio al fluoro o all’idrossiapatite: utilizziamo le armi che abbiamo contro la carie
  4. utilizzare uno spazzolino elettrico: utilizziamo le armi ( comprovate scientificamente da anni ) più potenti che abbiamo per contrastare gengiviti e carie
Ci tengo a sottolineare che anche i consigli vanno personalizzati e che quindi in base alle esigenze e alle condizioni delle future mamme sarà l’ igienista dentale ad aiutarle per trovare il prodotto e il presidio ideale.

About Teodora Lombisani

Sono Teodora alias Tea, questo è il mio blog: un vero e proprio luogo dove scoprire e conoscere tutto ciò che mi appassiona. Mi sono da sempre ispirata ad uno stile di vita semplice cercando la felicità nella piccole cose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *