Viaggiare con i bambini

Viaggiare con i bambini è sempre un momento che mette ansia a noi genitori perchè diciamocela tutta viaggiare con bambini a seguito è sempre impegnativo.

Le domande che ci poniamo sono tantissime: si ammaleranno durante la vacanza, cosa metto in valigia, come arrivare a destinazione e se prima di avere dei bambini giravamo il mondo senza ansie e paturnie ora è il momento di organizzarsi per tempo e tener conto di alcuni accorgimenti prima di pensare di partire per un viaggio.

La domanda che spesso mi sono posta prima di partire per un viaggio è questa:

“I bambini si ricorderanno di questo viaggio ma soprattutto a cosa serve viaggiare con loro?”

Da qualche giorno la mia amica Paola Toia ha aperto il suo nuovo blog che si chiama proprio VIAGGIARE CON I BAMBINI dove scrive di viaggi e da consigli su come viaggiare in tutta libertà e serenità con i piccoli di casa.

Secondo Paola viaggiando si creano ricordi ed ecco perchè secondo lei è una buona idea farlo.

“Non mi ero mai posta il problema, prima di avere Giacomo, di come sarebbe cambiato il nostro modo diviaggiare dopo la sua nascita. Da single guardavo le coppie straniere, soprattutto quelle del nord Europa, girare con due o tre bambini vicini di età, senza farsi troppi problemi. 

Uno nel marsupio, uno per mano, uno nel passeggino. Seduti per terra a giocare, senza badare troppo alle formalità, ai vestiti, ad eventuali capricci, con la capacità di adattarsi a tutto, di assaggiare ogni piatto, di socializzare con altri bimbi di provenienze diverse. Insomma, il mio sogno per la mia famiglia. 

Per me viaggiare con i bambini vuol dire creare ricordi. Toccare con mano, fare esperienza, incamerare emozioni. Non importa quanto lontano si vada, se si sceglie il mare o la montagna, una città d’arte o un viaggio avventuroso. Quello che voglio insegnare ai miei figli è la libertà del viaggiare e del confrontarsi con altre culture. Non rimanere limitati nel proprio, capire che le idee che si hanno si cambiano e si migliorano, che l’altro è un regalo e non un ostacolo, che i problemi si possono superare, che il mondo è grande e ogni luogo può regalare qualcosa. Per me il viaggio è una scuola e se l’insegnante, in questo caso il genitore, fa bene il suo lavoro, è impossibile non appassionare gli allievi.”   

Paola Toia

Vi consiglio di visitare il suo blog se siete in partenza per un viaggio con i vostri bambini o se ne state organizzando uno perchè troverete tanti consigli utili per partire con serenità e anche un pò più preparati.

Se state ad esempio iniziando lo svezzamento e state per partire vi consiglio di leggere QUI

 

 

 

 

About Teodora Lombisani

Sono Teodora alias Tea, questo è il mio blog: un vero e proprio luogo dove scoprire e conoscere tutto ciò che mi appassiona. Mi sono da sempre ispirata ad uno stile di vita semplice cercando la felicità nella piccole cose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *