Charlotte con Osvego gentilini e crema alle fragole

Dosi per 4 persone

Tempo di preparazione 1 ora + il riposo

INGREDIENTI

  • 17 biscotti Osvego Gentilini + 6 per la base
  • 350 g di fragole
  • 3 dl di panna fresca
  • 200 g di zucchero semolato
  • 60 g di zucchero a velo
  • 15 g di gelatina in fogli
  • 1 baccello di vaniglia

 

PROCEDIMENTO

 

  1. Fate ammorbidire i fogli di gelatina in una ciotola con acqua fredda per 5 minuti.
  2. Incidete il baccello di vaniglia nel senso della lunghezza e mettetelo in una casseruola. Unite lo zucchero semolato e 4 dl di acqua, portate ad ebollizione, abbassate il fuoco e lasciate sobbollire per 15 minuti, poi spegnete e fate raffreddare completamente lo sciroppo.
  3. Frullate le fragole in un mixer con un cucchiaio d’acqua, versate la purea in una casseruola e fatela scaldare. Spegnete, aggiungete la gelatina, scolata e strizzata, mescolate e lasciate raffreddare.
  4. Montate la panna fredda in una ciotola con le fruste, unite lo zucchero non appena inizia a rassodarsi e continuate a lavorare fino a ottenere un composto spumoso.
  5. Incorporate molto delicatamente la purea di fragole.
  6. Immergete i biscotti Osvego, uno per volta, nello sciroppo e utilizzatene una parte per foderare internamente uno stampo per charlotte mentre utilizzate i restanti biscotti per foderare lo stampo alla base.
  7. Versate dentro la crema e appoggiate sopra gli Osvego rimasti, facendo una leggere pressione in modo che aderiscano.
  8. Coprite con una pellicola e fate riposare in frigo per almeno 6 ore.
  9. Al momento di servire immergete lo stampo per qualche secondo in acqua calda, capovolgetelo su un piatto e sformate la charlotte.

About Teodora Lombisani

Sono Teodora alias Tea, questo è il mio blog: un vero e proprio luogo dove scoprire e conoscere tutto ciò che mi appassiona. Mi sono da sempre ispirata ad uno stile di vita semplice cercando la felicità nella piccole cose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *